loading

news

Tra voli, alloggi e altre spese che si accumulano quando ci si prende una vacanza, i costi crescenti dei viaggi inducono molti viaggiatori a scegliere un’altra giornata in ufficio invece della spiaggia o del parco a tema.

E se esistesse un compromesso tra la voglia di scoprire nuovi angoli del pianeta e la necessità di ridurre al minimo spesa e fatica? 
Ebbene la soluzione c’è e si chiama Realtà Virtuale. Grazie alle nuove tecnologie che offrono esperienze digitali complete, immersive e interattive  è in atto un cambiamento nel turismo: oggi è possibile esplorare nuovi mondi, senza muoversi da casa.

A Tokyo è nata una vera e propria agenzia di viaggi che dal 2016 organizza tour in realtà virtuale, ottenendo ogni volta il tutto esaurito. Una volta accomodatisi sulle poltrone dell’aereo, i turisti (o almeno gli aspiranti tali) indossano occhiali VR e “partono” per un viaggio simulato a Parigi a New York, a Roma oppure alle Hawaii.

Tutto si svolge come su un vero viaggio aereo: il personale di bordo vestito da assistente di volo istruisce su come allacciare le cinture e serve stuzzichini e cene di quattro portate mentre i viaggiatori sono impegnati in visite virtuali a 360 gradi.

British Airways ha mostrato un possibile utilizzo dell’Oculus Rift VR per fornire esperienze di viaggio negli Stati Uniti, con video in alta qualità a 360 gradi. Il concetto suggerito dalla compagnia aerea è “Try before you fly” e il risultato finale è quello di andare direttamente sul luogo che si desidera conoscere prima ancora di decidere.

Qualunque sia la vostra idea di vacanza, la nostra sarà sicuramente offline, almeno dal 13 al 26 agosto.

Per maggiori info clicca qui