loading


news

Il 12 marzo Milano si è trasformata nella capitale del Cloud. In occasione dell’AWS Summit, l’appuntamento con l’innovazione promosso da Amazon Web Service, aziende, analisti e partner si sono riuniti per discutere a proposito della tecnologia della nuvola.

Sono passati 13 anni dal lancio per primo servizio AWS e oggi è un business da 30 miliardi di dollari. “L’ecosistema Cloud sta generando una crescita incredibile” sottolinea Luca Giuratrabocchetta, Country Manager AWS Italy, durante il suo intervento “a dimostrarlo sono anche i risultati finanziari di AWS, che nel quarto trimestre 2018 ha visto crescere il fatturato del 45% anno su anno. Questi numeri sono la dimostrazione che milioni di aziende come voi stanno utilizzando il Cloud per abbassare i costi, per innovare più velocemente, per ridurre il time-to-market, per lanciare nuovi servizi per i clienti”.

Giuratrabocchetta non parla solo di Cloud come tecnologia, ma si sofferma anche sull’importanza delle competenze ”…abbiamo investito in attività di training gratuito per aumentare la competenza nel Cloud: abbiamo ad esempio più di 30 organizzazioni pubbliche che fanno parte del programma AWS Educate”.

The right tool for the right job per Marco Argenti, Vice President Technology di AWS, è il punto di partenza essenziale poiché “disporre degli strumenti giusti è estremamente importante per tradurre le idee in realtà nella maniera più efficiente, e ciò vale sia che facciate migrare applicazioni da ambienti on-premise al cloud, sia che stiate costruendo nuove idee”. Argenti sottolinea  e continua “…scendere a compromessi sulla tecnologia ha un costo: ogni volta che accettate un compromesso perdete un po’ di competitività, in quanto oggi, in ogni settore, le tecnologia ne è l’ingrediente base”.

Non solo strumenti sempre migliori, ma anche competenze ed obiettivi strategici ben definiti, sono questi i presupposti che hanno reso Amazon Web Service uno dei leader di settore.

Per maggiori info clicca qui