Android Auto & Apple CarPlay: l'infotainment evoluto

La tecnologia corre veloce, si sa.Il progresso tecnologico abbraccia ormai tantissimi settori del nostro vissuto quotidiano: l'utilizzo degli smartphone, dei notebook, degli smartwatch e ovviamente il mondo delle auto.
Proprio in quest’ultimo campo si stanno affermando i sistemi di mirroring: la direzione è quella di avvicinare i dispositivi utilizzati tutti i giorni con i sistemi di infotainment.Gli standard attuali permettono la connessione di dispositivi Apple e Android tramite Apple CarPlay e Android Auto.Per connettere lo smartphone al sistema di infotainment sarà necessario un modello di auto che supporti le 2 tecnologie, un cavo usb o, nei modelli più recenti, la sola connessione WiFi.
Una volta connessi i sistemi, lo smartphone avrà una nuova interfaccia direttamente sullo schermo dell’infotainment permettendo così l’accesso alle funzioni smart che siamo abituati ad utilizzare.Dalla interazione con gli assistenti vocali al controllo del telefono, dalla navigazione su Google Maps, all’invio di messaggi Whatsapp piuttosto che l’ascolto di una playlist su Spotify.
Entrambe le piattaforme potranno ricevere notifiche e leggere il testo dei messaggi ricevuti dalle maggiori piattaforma di messaging oggi presenti sul mercato: sarà inoltre possibile rispondere ed interagire tramite comandi vocali, senza mai staccare le mani dal volante.Sono sempre di più le applicazioni mobile progettate per essere compatibili con i sistemi di mirroring offrendo così nuove idee ed opportunità per produttori e sviluppatori, tanto da meritare una categoria dedicata nello store della Mela ed in Google Play.Per sapere se la tua auto è compatibile oppure per farsi guidare nell’acquisto ecco 2 link utili:
Android:
//www.android.com/auto/compatibility/Apple:
//www.apple.com/it/ios/carplay/available-models/

La tecnologia corre veloce, si sa.

Il progresso tecnologico abbraccia ormai tantissimi settori del nostro vissuto quotidiano: l'utilizzo degli smartphone, dei notebook, degli smartwatch e ovviamente il mondo delle auto.
Proprio in quest’ultimo campo si stanno affermando i sistemi di mirroring: la direzione è quella di avvicinare i dispositivi utilizzati tutti i giorni con i sistemi di infotainment.

Gli standard attuali permettono la connessione di dispositivi Apple e Android tramite Apple CarPlay e Android Auto.

Per connettere lo smartphone al sistema di infotainment sarà necessario un modello di auto che supporti le 2 tecnologie, un cavo usb o, nei modelli più recenti, la sola connessione WiFi.
Una volta connessi i sistemi, lo smartphone avrà una nuova interfaccia direttamente sullo schermo dell’infotainment permettendo così l’accesso alle funzioni smart che siamo abituati ad utilizzare.

Dalla interazione con gli assistenti vocali al controllo del telefono, dalla navigazione su Google Maps, all’invio di messaggi Whatsapp piuttosto che l’ascolto di una playlist su Spotify.
Entrambe le piattaforme potranno ricevere notifiche e leggere il testo dei messaggi ricevuti dalle maggiori piattaforma di messaging oggi presenti sul mercato: sarà inoltre possibile rispondere ed interagire tramite comandi vocali, senza mai staccare le mani dal volante.

Sono sempre di più le applicazioni mobile progettate per essere compatibili con i sistemi di mirroring offrendo così nuove idee ed opportunità per produttori e sviluppatori, tanto da meritare una categoria dedicata nello store della Mela ed in Google Play.

Per sapere se la tua auto è compatibile oppure per farsi guidare nell’acquisto ecco 2 link utili:


Android:
//www.android.com/auto/compatibility/

Apple:
//www.apple.com/it/ios/carplay/available-models/

Ultime news

05/07/2022
Consigli per un e-commerce di successo.

Il numero di consumatori che decide di acquistare online è in costante crescita: ormai i consumatori si sentono a loro agio a usare Internet per fare acquisti, la fiducia verso il digitale è aumentata, perciò curare ogni aspetto del proprio sito e-commerce è importante per crearsi una forte presenza online e favorire il buon andamento delle vendite.Ecco perché vanno tenute a mente queste best practices per aumentare le conversioni del proprio e-commerce:Comprendere i clienti e personalizzare la loro esperienza, attraverso l’analisi della buyer personasCreare un’interfaccia utente semplificata per consentire agli utenti di passare facilmente da un prodotto all’altroOttimizzare il sito per i dispositivi mobile dato che la tendenza ad acquistare attraverso essi è in aumentoUsare immagini accattivanti e video dimostrativi del prodotto per coinvolgere gli utentiAggiungere la barra di ricerca per consentire agli utenti di filtrare le ricerche in base alle loro preferenzeAbilitare la visualizzazione dei “prodotti visti di recente” in modo che si possano dare anche consigli sui prodotti da acquistare simili o correlati ad essiOffrire opzioni come spedizione gratuita per acquisti superiori ad un importo specifico e/o campioni di prodotti gratuiti per presentare la gamma di prodotti e per attirare i clienti su un determinato prodottoCurare il check-out dell’e-commerce per migliorare il tasso di conversione ed evitare l’abbandono dei carrelliCreare programmi fedeltà per motivare le persone a registrarsi al sito e diventare clienti abitualiCreare una pagina FAQ per rispondere ai dubbi dei clienti riguardo le politiche di spedizione e resoFornire un servizio clienti disponibile via telefono, email e chat dal vivoAbilitare le recensioni dei clienti, in modo che possano valutare i prodotti e invogliare altri ad acquistare dall'e-commerceDare priorità alla SEO per raggiungere la vetta delle classifiche di Google in base alle ricerche relative ai prodotti venduti sull'e-commerce