Avere un e-commerce nel 2021

Chi meglio di Google può indicarci come reagiscono gli utenti di un ecommerce? Ed infatti a questo link troviamo la ricerca relativa al retail in 23 mercati di Europa, Medio Oriente e Africa su Google Trends ed hanno individuato le cinque principali tendenze dei consumi che quasi sicuramente dureranno per tutto il 2021 e forse anche più a lungo.le vetrine si guardano on-lineprima di comprare, si fa una valutazione attenta della reputazione di chi vendesi cerca il risparmioopzioni vantaggiose di consegnale abitudini cambiano rapidamente nel tempoCome ripetiamo sempre ai nostri clienti, i 5 punti sopra si ottengono in sinergia con la professionalità e consulenza anche di chi sviluppa il sito, ma non è sufficiente ed un ecommerce si deve curare così come si curerebbe un negozio fisico.

Chi meglio di Google può indicarci come reagiscono gli utenti di un ecommerce? Ed infatti a questo link troviamo la ricerca relativa al retail in 23 mercati di Europa, Medio Oriente e Africa su Google Trends ed hanno individuato le cinque principali tendenze dei consumi che quasi sicuramente dureranno per tutto il 2021 e forse anche più a lungo.

  • le vetrine si guardano on-line
  • prima di comprare, si fa una valutazione attenta della reputazione di chi vende
  • si cerca il risparmio
  • opzioni vantaggiose di consegna
  • le abitudini cambiano rapidamente nel tempo

Come ripetiamo sempre ai nostri clienti, i 5 punti sopra si ottengono in sinergia con la professionalità e consulenza anche di chi sviluppa il sito, ma non è sufficiente ed un ecommerce si deve curare così come si curerebbe un negozio fisico.

Ultime news

05/07/2022
Consigli per un e-commerce di successo.

Il numero di consumatori che decide di acquistare online è in costante crescita: ormai i consumatori si sentono a loro agio a usare Internet per fare acquisti, la fiducia verso il digitale è aumentata, perciò curare ogni aspetto del proprio sito e-commerce è importante per crearsi una forte presenza online e favorire il buon andamento delle vendite.Ecco perché vanno tenute a mente queste best practices per aumentare le conversioni del proprio e-commerce:Comprendere i clienti e personalizzare la loro esperienza, attraverso l’analisi della buyer personasCreare un’interfaccia utente semplificata per consentire agli utenti di passare facilmente da un prodotto all’altroOttimizzare il sito per i dispositivi mobile dato che la tendenza ad acquistare attraverso essi è in aumentoUsare immagini accattivanti e video dimostrativi del prodotto per coinvolgere gli utentiAggiungere la barra di ricerca per consentire agli utenti di filtrare le ricerche in base alle loro preferenzeAbilitare la visualizzazione dei “prodotti visti di recente” in modo che si possano dare anche consigli sui prodotti da acquistare simili o correlati ad essiOffrire opzioni come spedizione gratuita per acquisti superiori ad un importo specifico e/o campioni di prodotti gratuiti per presentare la gamma di prodotti e per attirare i clienti su un determinato prodottoCurare il check-out dell’e-commerce per migliorare il tasso di conversione ed evitare l’abbandono dei carrelliCreare programmi fedeltà per motivare le persone a registrarsi al sito e diventare clienti abitualiCreare una pagina FAQ per rispondere ai dubbi dei clienti riguardo le politiche di spedizione e resoFornire un servizio clienti disponibile via telefono, email e chat dal vivoAbilitare le recensioni dei clienti, in modo che possano valutare i prodotti e invogliare altri ad acquistare dall'e-commerceDare priorità alla SEO per raggiungere la vetta delle classifiche di Google in base alle ricerche relative ai prodotti venduti sull'e-commerce