Consigli per ottimizzare il checkout di un e-commerce.

Per migliorare il tasso di conversione degli e-commerce è bene ottimizzare la fase di check-out, perché è quella che trasforma i visitatori del sito in veri e propri clienti.Secondo varie ricerche, quasi il 70% degli utenti di un’e-commerce abbandona il carrello prima di concludere l’ordine perché il check-out è troppo lungo, con passaggi intermedi spesso complicati o non necessari.Per non rendere inutile e inefficace il lavoro di marketing svolto per fare arrivare i potenziali clienti sul sito, è bene ottimizzare l’esperienza di check-out, seguendo queste semplici regole:Rendere facoltativa la creazione di un account: una scelta saggia può essere inserire la possibilità del guest check-out oppure dare l'opportunità di registrarsi solo dopo aver concluso l’ordine, in modo da velocizzare gli acquisti futuri.Ottimizzare il check-out per i dispositivi mobile: varie statistiche mostrano che le persone navigano molto più da smartphone che da desktop e che la tendenza ad acquistare da essi è in aumento (dal 52,4% al 72,9%), perciò è bene ottimizzare il check-out per i dispositivi mobile, rimuovendo potenziali barriere nel percorso di acquisto dell’utente.Migliorare il copy e il microcopy: i pulsanti, i vari form e messaggi di benvenuto, il menu, la pagina 404, ecc. sono elementi da considerare per incoraggiare e rassicurare gli utenti.Offrire diversi metodi di pagamento: Stripe e PayPal sono solo due dei possibili metodi che accettano quasi tutte le carte di credito, ma non bisogna dare per scontato altre modalità di pagamento come il classico contrassegno. L'importante è che i clienti possano trovare il proprio metodo di pagamento preferito.Informare i clienti riguardo i costi da sostenere: la pagina di check-out per e-commerce deve includere tutti i costi che i clienti dovranno sostenere (spese di spedizione, imposte), per essere chiari e trasparenti ed evitare spiacevoli sorprese.Rassicurare i clienti sulla sicurezza delle transazioni: protocollo HTTPS, badge di sicurezza di software anti-malware conosciuti e loghi di marchi che garantiscono la sicurezza nei pagamenti fanno in modo che gli utenti possano fidarsi di inserire i dettagli delle loro carte di pagamento e concludere l’ordine.Mostrare l’avanzamento nella procedura di acquisto: inserire una time line può aiutare a capire quanti altri passaggi sono necessari alla conclusione della procedura di checkout.Non dimenticare di ringraziare: dopo aver terminato l'acquisto con un messaggio personalizzato e con una mail a seguire, in modo da trasmettere valore e costruire una relazione duratura con il cliente.E se una volta messe in campo queste strategie gli utenti continuano ad abbandonare il carrello prima di concludere l’acquisto, si può sfruttare l’e-mail marketing (es. promemoria riguardo il carrello abbandonato o sconti speciali per invogliare l'acquisto) oppure sviluppare una strategia di retargeting con Google Ads e i social media.

Per migliorare il tasso di conversione degli e-commerce è bene ottimizzare la fase di check-out, perché è quella che trasforma i visitatori del sito in veri e propri clienti.

Secondo varie ricerche, quasi il 70% degli utenti di un’e-commerce abbandona il carrello prima di concludere l’ordine perché il check-out è troppo lungo, con passaggi intermedi spesso complicati o non necessari.

Per non rendere inutile e inefficace il lavoro di marketing svolto per fare arrivare i potenziali clienti sul sito, è bene ottimizzare l’esperienza di check-out, seguendo queste semplici regole:

  • Rendere facoltativa la creazione di un account: una scelta saggia può essere inserire la possibilità del guest check-out oppure dare l'opportunità di registrarsi solo dopo aver concluso l’ordine, in modo da velocizzare gli acquisti futuri.
  • Ottimizzare il check-out per i dispositivi mobile: varie statistiche mostrano che le persone navigano molto più da smartphone che da desktop e che la tendenza ad acquistare da essi è in aumento (dal 52,4% al 72,9%), perciò è bene ottimizzare il check-out per i dispositivi mobile, rimuovendo potenziali barriere nel percorso di acquisto dell’utente.
  • Migliorare il copy e il microcopy: i pulsanti, i vari form e messaggi di benvenuto, il menu, la pagina 404, ecc. sono elementi da considerare per incoraggiare e rassicurare gli utenti.
  • Offrire diversi metodi di pagamento: Stripe e PayPal sono solo due dei possibili metodi che accettano quasi tutte le carte di credito, ma non bisogna dare per scontato altre modalità di pagamento come il classico contrassegno. L'importante è che i clienti possano trovare il proprio metodo di pagamento preferito.
  • Informare i clienti riguardo i costi da sostenere: la pagina di check-out per e-commerce deve includere tutti i costi che i clienti dovranno sostenere (spese di spedizione, imposte), per essere chiari e trasparenti ed evitare spiacevoli sorprese.
  • Rassicurare i clienti sulla sicurezza delle transazioni: protocollo HTTPS, badge di sicurezza di software anti-malware conosciuti e loghi di marchi che garantiscono la sicurezza nei pagamenti fanno in modo che gli utenti possano fidarsi di inserire i dettagli delle loro carte di pagamento e concludere l’ordine.
  • Mostrare l’avanzamento nella procedura di acquisto: inserire una time line può aiutare a capire quanti altri passaggi sono necessari alla conclusione della procedura di checkout.
  • Non dimenticare di ringraziare: dopo aver terminato l'acquisto con un messaggio personalizzato e con una mail a seguire, in modo da trasmettere valore e costruire una relazione duratura con il cliente.

E se una volta messe in campo queste strategie gli utenti continuano ad abbandonare il carrello prima di concludere l’acquisto, si può sfruttare l’e-mail marketing (es. promemoria riguardo il carrello abbandonato o sconti speciali per invogliare l'acquisto) oppure sviluppare una strategia di retargeting con Google Ads e i social media.

Ultime news

06/06/2024
L'Importanza di un Collettore di Software ed App Aziendali Unificato

Nel panorama digitale in continua evoluzione, le aziende sono costantemente alla ricerca di soluzioni che possano migliorare l'efficienza operativa, la produttività e la sicurezza. Una delle strategie emergenti e cruciali è l'implementazione di un collettore di software ed app aziendali che consenta di centralizzare tutte le applicazioni in un unico punto di accesso. Questa soluzione offre numerosi vantaggi che possono trasformare il modo in cui le aziende operano e gestiscono le proprie risorse tecnologiche.Centralizzazione e Accesso SemplificatoAvere un punto di accesso unificato per tutte le applicazioni aziendali facilita enormemente la gestione delle risorse digitali. I dipendenti possono accedere rapidamente a tutti gli strumenti di cui hanno bisogno senza dover cercare attraverso vari sistemi o ricordare più credenziali. Questo non solo migliora l'efficienza operativa, ma riduce anche il tempo perso in attività di ricerca e login.Miglioramento della SicurezzaLa sicurezza è una preoccupazione fondamentale per qualsiasi azienda. Un collettore centralizzato permette di implementare controlli di sicurezza più rigidi e coerenti. Le politiche di accesso e autenticazione possono essere gestite da un'unica piattaforma, riducendo il rischio di vulnerabilità e migliorando la protezione contro le minacce informatiche. Inoltre, è possibile monitorare e registrare l'attività degli utenti in modo più efficace, facilitando la rilevazione di comportamenti sospetti o non autorizzati.Aggiornamenti e Manutenzione FacilitatiGestire aggiornamenti e manutenzione di software su più piattaforme può essere complesso e dispendioso in termini di tempo. Un collettore centralizzato semplifica questo processo, permettendo agli amministratori IT di distribuire aggiornamenti e patch da un'unica console. Questo assicura che tutte le applicazioni siano sempre aggiornate e che le vulnerabilità siano risolte tempestivamente, riducendo il rischio di problemi di compatibilità e migliorando la stabilità del sistema.Personalizzazione e IntegrazioneUn collettore di app aziendali permette un alto grado di personalizzazione, adattando l'ambiente di lavoro digitale alle specifiche esigenze dell'azienda. Le applicazioni possono essere integrate in modo tale da lavorare insieme in maniera più efficiente, migliorando i flussi di lavoro e favorendo la collaborazione tra i team. Inoltre, un ambiente centralizzato facilita l'adozione di nuove tecnologie e l'integrazione di nuovi strumenti nel sistema esistente.Riduzione dei CostiLa gestione centralizzata delle applicazioni può portare a una significativa riduzione dei costi. La semplificazione delle operazioni IT, la riduzione del tempo necessario per la gestione delle risorse e la diminuzione delle spese legate alla sicurezza contribuiscono a un utilizzo più efficiente del budget aziendale. Inoltre, un unico punto di accesso riduce la necessità di formazione continua su diversi sistemi e piattaforme, abbattendo ulteriormente i costi operativi.Miglioramento dell'Esperienza UtenteInfine, ma non meno importante, un collettore di software aziendali migliora l'esperienza utente. I dipendenti possono concentrarsi sul loro lavoro senza dover affrontare interruzioni causate da problemi tecnici o difficoltà di accesso. Un ambiente di lavoro più fluido e integrato aumenta la soddisfazione e la produttività del personale, contribuendo al successo complessivo dell'azienda.Aumento della collaborazioneUn collettore può facilitare la condivisione di dati e la collaborazione tra i dipendenti, migliorando la comunicazione e il flusso di lavoro.ConclusioneImplementare un collettore di software ed app aziendali unificato è una mossa strategica che offre numerosi vantaggi, dalla sicurezza alla produttività, dalla riduzione dei costi alla migliorata esperienza utente. In un mondo dove l'efficienza operativa e la sicurezza sono cruciali, questa soluzione rappresenta un passo avanti significativo per qualsiasi azienda che desidera rimanere competitiva e innovativa nel panorama digitale attuale.Un collettore di software ed app aziendali può essere un investimento prezioso per le aziende di tutte le dimensioni. Offrendo un accesso centralizzato alle applicazioni, un collettore può migliorare la produttività, ridurre i costi e aumentare la sicurezza.

28/05/2024
L'Evoluzione degli Strumenti di Analisi: Dai Cruscotti Aziendali alle Piattaforme di Analisi Dati

Nel mondo moderno delle aziende, la gestione e l'interpretazione dei dati sono diventate essenziali per prendere decisioni informate e strategiche. Tra gli strumenti più utilizzati per questo scopo troviamo le dashboard aziendali, note anche con altri nomi, ognuno dei quali riflette sfumature specifiche delle loro funzioni e utilizzi. Esploriamo insieme i vari termini che descrivono queste potenti interfacce di gestione dei dati.Cruscotto AziendaleIl termine cruscotto aziendale evoca l'immagine di un cruscotto di un'auto, dove tutti i dati critici sono presentati in un formato facilmente leggibile. Questo strumento permette ai dirigenti di monitorare le performance aziendali in tempo reale, fornendo una visione d'insieme di tutte le operazioni essenziali.Pannello di ControlloUn altro termine comune è pannello di controllo, che sottolinea la capacità di gestire e controllare vari aspetti dell'azienda attraverso un'unica interfaccia. Questi pannelli consentono agli utenti di intervenire rapidamente in caso di anomalie, garantendo un controllo efficiente e tempestivo.Pannello di MonitoraggioSimile al pannello di controllo, il pannello di monitoraggio si concentra principalmente sulla sorveglianza continua dei dati aziendali. È particolarmente utile per rilevare tendenze e problemi emergenti prima che diventino critici, facilitando una gestione proattiva delle risorse.Interfaccia di Business IntelligenceL'interfaccia di business intelligence rappresenta un'evoluzione tecnologica, integrando sofisticati strumenti analitici che trasformano i dati grezzi in informazioni strategiche. Questa interfaccia è fondamentale per le aziende che desiderano sfruttare al massimo il valore dei loro dati, supportando decisioni basate su analisi dettagliate e approfondite.Sistema di ReportingIl sistema di reporting è essenziale per la comunicazione e la condivisione delle informazioni all'interno dell'azienda. Consente di generare report dettagliati e personalizzati che aiutano i vari reparti a comprendere meglio le proprie performance e a identificare aree di miglioramento.Portale AnaliticoUn portale analitico offre un punto di accesso centralizzato per tutte le attività di analisi dati. Questo strumento è ideale per le grandi organizzazioni che necessitano di consolidare informazioni provenienti da diverse fonti, facilitando una visione integrata delle performance aziendali.Console di GestioneLa console di gestione è spesso utilizzata dai manager per supervisionare e coordinare le attività aziendali. Questa console fornisce un controllo diretto su vari processi, permettendo una gestione più efficiente delle operazioni quotidiane.Quadro di GestioneIl quadro di gestione è simile al cruscotto aziendale, ma con un focus particolare sulle funzioni di governance. Questo strumento aiuta i leader aziendali a mantenere il controllo strategico dell'organizzazione, monitorando gli indicatori chiave di performance (KPI) e assicurando che gli obiettivi aziendali siano raggiunti.Centro di ComandoIl centro di comando evoca un ambiente in cui vengono prese decisioni cruciali, spesso in tempo reale. Questo strumento è fondamentale per le situazioni di emergenza o per la gestione di operazioni complesse che richiedono una risposta immediata e coordinata.Piattaforma di Analisi DatiInfine, la piattaforma di analisi dati rappresenta l'infrastruttura tecnologica che supporta tutte le altre terminologie. Questa piattaforma integra vari strumenti e tecnologie per raccogliere, elaborare e analizzare dati su larga scala, offrendo un supporto completo per la business intelligence.ConclusioneIndipendentemente dal termine utilizzato, l'importanza di questi strumenti nella gestione aziendale moderna è innegabile. I cruscotti aziendali, i pannelli di controllo, e tutte le altre forme di interfacce di gestione dei dati giocano un ruolo cruciale nel trasformare i dati grezzi in informazioni utili, supportando decisioni strategiche e operazioni efficienti. Con l'evoluzione continua della tecnologia, possiamo aspettarci che questi strumenti diventino ancora più sofisticati, offrendo sempre nuove possibilità per migliorare la gestione aziendale.

23/05/2024
La Sicurezza dell'Intelligenza Artificiale: Sfide e Opportunità

L'intelligenza artificiale (IA) sta rapidamente trasformando il nostro mondo, influenzando settori che vanno dalla sanità alla finanza, dall'istruzione ai trasporti. Tuttavia, mentre beneficiamo delle sue potenzialità, è essenziale affrontare le numerose sfide legate alla sicurezza dell'IA. La sicurezza dell'IA non riguarda solo la protezione da attacchi informatici, ma anche l'assicurare che i sistemi di IA siano equi, affidabili e operino in modo prevedibile.Vulnerabilità e MinacceUna delle principali preoccupazioni è la vulnerabilità dell'IA agli attacchi. Gli attacchi avversariali sono tecniche sofisticate che manipolano i dati di input per ingannare un modello di IA. Ad esempio, un'immagine di un segnale di stop modificata in modo quasi impercettibile può essere interpretata erroneamente da un'auto a guida autonoma come un segnale di limite di velocità, con potenziali conseguenze disastrose.Un'altra minaccia significativa è rappresentata dal furto di modelli. I modelli di IA, specialmente quelli basati su reti neurali profonde, richiedono ingenti risorse per essere addestrati. Se un modello viene rubato, un attaccante può sfruttarlo per scopi malevoli o rivenderlo, causando danni economici considerevoli.Bias e DiscriminazioneLa sicurezza dell'IA include anche la prevenzione dei bias. I modelli di IA apprendono dai dati con cui vengono addestrati. Se questi dati contengono pregiudizi, l'IA può perpetuarli o addirittura amplificarli. Questo può portare a decisioni discriminatorie in ambiti critici come l'occupazione, il credito e la giustizia penale. Assicurarsi che i dati siano rappresentativi e che i modelli siano equi è cruciale per una IA sicura e affidabile.Trasparenza e AffidabilitàLa mancanza di trasparenza nei modelli di IA è un altro problema significativo. I modelli di deep learning, in particolare, sono spesso considerati "scatole nere" perché è difficile comprendere esattamente come arrivano a determinate decisioni. Questa opacità può essere problematica, specialmente in settori dove la spiegabilità è fondamentale, come la medicina o il sistema giudiziario.Per affrontare questa sfida, la ricerca sulla spiegabilità dell'IA sta cercando di sviluppare metodi che rendano i modelli più interpretabili. La spiegabilità non solo aumenta la fiducia degli utenti nei sistemi di IA, ma aiuta anche a identificare e correggere eventuali errori o bias.Normative e RegolamentazioniA livello globale, stanno emergendo normative per regolamentare l'uso dell'IA e garantirne la sicurezza. L'Unione Europea, ad esempio, ha proposto il "Regolamento sull'IA", che mira a garantire che i sistemi di IA siano sicuri, trasparenti, tracciabili, non discriminatori e rispettosi dell'ambiente. Queste normative cercano di bilanciare l'innovazione con la protezione dei diritti dei cittadini.Opportunità per il FuturoNonostante le sfide, la sicurezza dell'IA offre anche opportunità. I progressi nell'IA sicura possono migliorare la nostra capacità di rilevare e rispondere alle minacce informatiche. Inoltre, la creazione di modelli più equi e trasparenti può aumentare la fiducia del pubblico e facilitare l'adozione dell'IA in settori cruciali.La collaborazione tra ricercatori, industrie e governi è essenziale per affrontare queste sfide. Investire nella ricerca e nello sviluppo di tecnologie di IA sicure, oltre a promuovere la formazione e la consapevolezza sulle questioni etiche e di sicurezza, sarà fondamentale per garantire che l'IA continui a servire il bene comune.Come garantire la sicurezza dell'IA?Sviluppo e implementazione responsabili dell'IA: è necessario adottare principi guida chiari per lo sviluppo e l'implementazione dell'IA, che enfatizzino la sicurezza, la trasparenza, la responsabilità e l'equità.Sicurezza informatica robusta: i sistemi di IA devono essere progettati con solide garanzie di sicurezza informatica per proteggerli da attacchi e intrusioni.Dati e algoritmi equi: i dati utilizzati per addestrare i sistemi di IA devono essere attentamente valutati e corretti per rimuovere pregiudizi e discriminazioni. Gli algoritmi di IA devono essere progettati per essere trasparenti e auditabili, consentendo di comprendere il loro processo decisionale.Governance e supervisione: è necessario stabilire meccanismi di governance e supervisione efficaci per l'IA, che coinvolgano governi, industrie e società civile. Questi meccanismi dovrebbero definire norme, monitorare l'impatto dell'IA e garantire il rispetto dei principi etici.Collaborazione e sensibilizzazione: è fondamentale promuovere la collaborazione tra i diversi attori interessati, come ricercatori, sviluppatori, governi e cittadini, per affrontare le sfide della sicurezza dell'IA in modo aperto e inclusivo. La sensibilizzazione del pubblico sui rischi e sui potenziali benefici dell'IA è cruciale per costruire la fiducia e il sostegno per un futuro dell'IA sicuro e positivo.ConclusioneLa sicurezza dell'intelligenza artificiale è un campo complesso e multidisciplinare che richiede attenzione costante. Affrontare le vulnerabilità tecniche, garantire equità e trasparenza e sviluppare normative adeguate sono passi cruciali per sfruttare appieno il potenziale dell'IA. Con un approccio proattivo e collaborativo, possiamo costruire un futuro in cui l'IA sia non solo innovativa, ma anche sicura e affidabile.La sicurezza dell'IA è una questione fondamentale che deve essere affrontata con serietà e urgenza. Garantire un futuro affidabile nell'era dell'IA richiede un impegno collettivo per sviluppare e utilizzare l'IA in modo responsabile, etico e sicuro. Attraverso la collaborazione, l'innovazione e la governance efficace, possiamo sfruttare il pieno potenziale dell'IA per il bene della società, mitigando al contempo i rischi e garantendo un futuro sicuro e prospero per tutti.