effettua una ricerca

NEWS

IoT, l'Internet of Things al Salone del Mobile

Le tecnologie basate sull’Internet of Things vengono utilizzate più frequentemente di quanto si possa immaginare. Gli oggetti che utilizziamo quotidianamente spesso sono proprio quelli che si basano su questo tipo di tecnologia che connette, tramite rete internet, gli oggetti del nostro quotidiano ad un dispositivo o direttamente tra loro.

Un sensore che ci avverte se la finestra è aperta in base alla temperatura della stanza rilevata dal termostato, una videocamera che ci invia una mail grazie ai sensori di movimento e un’app che gestisce l’illuminazione di casa. Questi sono alcuni degli esempi che si possono fare per spiegare le possibilità che offre l’Internet of Things.

Al Salone del Mobile di Milano sono stati diversi i produttori che hanno colto l’occasione per presentare le nuove tecnologie implementate negli elettrodomestici (sfoglia la gallery qui). Il padiglione dedicato alle nuove tecnologie, l’FTK (Technology For The Kitchen), è il punto di riferimento di queste innovazioni, come l’app che permette di gestire contemporaneamente tutti gli elettrodomestici di casa. Questa piattaforma è utile se vogliamo avviare il preriscaldamento del forno dall’ufficio o accendere la lavastoviglie dalla camera da letto. Anche la macchina del caffè è comandabile in remoto con la possibilità di creare una playlist di diversi caffè. Immaginate di avere una cena con amici e ognuno ha differenti preferenze sul tipo di caffè; grazie alla playlist basterà posizionare la tazzina e la macchinetta si avvierà erogando le diverse bevande in sequenza.Le telecamere integrate sono ciò che ci incuriosisce maggiormente: c’è il frigorifero che ad ogni chiusura scatta una foto che viene inviata direttamente al nostro dispositivo per permetterci di consultarla dal supermercato o il forno il cui sportello è uno schermo touch che permette di guardare la situazione della cottura senza doverlo aprire.Noi abbiamo seguito da vicino il caso Smeg e la app che permette di inviare comandi a forno e lavastoviglie direttamente dal tablet. Grazie a questa piattaforma è possibile avviare il forno semplicemente selezionando una ricetta, caricabile in modo facile e veloce, o inviare un programma di lavaggio alla lavastoviglie monitorandone i consumi. 

Tutti questi oggetti hanno in comune l’utilizzo della connessione Internet per essere efficienti.
L’usabilità sta alla base di questo tipo di applicazioni che permettono all’utente di comprendere le funzionalità dell’elettrodomestico e sfruttarle al massimo.
La tecnologia applicata a questo tipo di prodotti ha un potenziale enorme e saranno sempre di più gli oggetti ad uso quotidiano ad implementare l’uso di connessioni grazie all'IoT.

Le tecnologie basate sull’Internet of Things vengono utilizzate più frequentemente di quanto si possa immaginare. Gli oggetti che utilizziamo quotidianamente spesso sono proprio quelli che si basano su questo tipo di tecnologia che connette, tramite rete internet, gli oggetti del nostro quotidiano ad un dispositivo o direttamente tra loro.

Un sensore che ci avverte se la finestra è aperta in base alla temperatura della stanza rilevata dal termostato, una videocamera che ci invia una mail grazie ai sensori di movimento e un’app che gestisce l’illuminazione di casa. Questi sono alcuni degli esempi che si possono fare per spiegare le possibilità che offre l’Internet of Things.

Al Salone del Mobile di Milano sono stati diversi i produttori che hanno colto l’occasione per presentare le nuove tecnologie implementate negli elettrodomestici (sfoglia la gallery qui). Il padiglione dedicato alle nuove tecnologie, l’FTK (Technology For The Kitchen), è il punto di riferimento di queste innovazioni, come l’app che permette di gestire contemporaneamente tutti gli elettrodomestici di casa. Questa piattaforma è utile se vogliamo avviare il preriscaldamento del forno dall’ufficio o accendere la lavastoviglie dalla camera da letto. Anche la macchina del caffè è comandabile in remoto con la possibilità di creare una playlist di diversi caffè. Immaginate di avere una cena con amici e ognuno ha differenti preferenze sul tipo di caffè; grazie alla playlist basterà posizionare la tazzina e la macchinetta si avvierà erogando le diverse bevande in sequenza.

Le telecamere integrate sono ciò che ci incuriosisce maggiormente: c’è il frigorifero che ad ogni chiusura scatta una foto che viene inviata direttamente al nostro dispositivo per permetterci di consultarla dal supermercato o il forno il cui sportello è uno schermo touch che permette di guardare la situazione della cottura senza doverlo aprire.

Noi abbiamo seguito da vicino il caso Smeg e la app che permette di inviare comandi a forno e lavastoviglie direttamente dal tablet. Grazie a questa piattaforma è possibile avviare il forno semplicemente selezionando una ricetta, caricabile in modo facile e veloce, o inviare un programma di lavaggio alla lavastoviglie monitorandone i consumi. 

Tutti questi oggetti hanno in comune l’utilizzo della connessione Internet per essere efficienti.
L’usabilità sta alla base di questo tipo di applicazioni che permettono all’utente di comprendere le funzionalità dell’elettrodomestico e sfruttarle al massimo.
La tecnologia applicata a questo tipo di prodotti ha un potenziale enorme e saranno sempre di più gli oggetti ad uso quotidiano ad implementare l’uso di connessioni grazie all'IoT.

Ultime news

15/09/2021
Il significato di Web Agency

Se si cerca un'azienda con una conoscenza approfondita di tutto ciò che riguarda il web: dal design, programmazione e promozione dei siti web alla progettazione e realizzazione di complesse applicazioni web, ebbene si ha bisogno di una Web Agency.La Web agency offre servizi che riguardano: la scelta e l'acquisto di un dominio lo spazio su server (hosting), la realizzazione di pagine web e di applicazioni mobile ed il loro aggiornamento, la realizzazione di siti web ed app statici o dinamici e il posizionamento degli stessi sui motori di ricerca più importanti.Con la realizzazione e lo sviluppo di siti web, e-commerce, piattaforme custom o mobile app, una web agency ha tutte le risorse interne necessarie per risolvere un problema di business ai propri clienti sia che l'obiettivo sia una maggiore visibilità, un miglioramento dell'immagine dell'azienda o un incremento delle conversioni finalizzate alle vendite.Una Web agency è composta da varie figure, e per citarne alcune:Il Project Manager o Web manager è il capo progetto, garantisce l'assolvimento del contratto, coordina le risorse allocate al progetto, interfaccia il committente e la direzione della società titolare del progetto; tipicamente il capo progetto è un consulente.Il web designer, secondo la definizione accademica è il progettista, colui che progetta il sito nel suo complesso, indicando la struttura generale, definendo l'idea e il layout, animazione, grafica e l'albero principale di navigazione.Il programmatore, traduce le specifiche del web designer preparando le pagine modello “template” per le diverse parti del sito o dell'app che integra con appositi script, codifica le parti dinamiche per l'interazione con l'utente e la base dati “database”.Il Web architect è presente in grossi team per la produzione di sofisticate web application, il suo compito è collaborare con il web designer nelle fasi progettuali. In particolare si occupa di definire in dettaglio l'architettura sistemistica dell'intera struttura.Il Grafico è colui che, su specifiche date dal designer o, propone il layout delle pagine e la grafica. Il ruolo del grafico è trasmettere al visitatore, attraverso le immagini, le emozioni oggetto della comunicazione. È compito del grafico realizzare i bottoni, le icone e, molte volte, le animazioni.Il webmaster è il gestore del sito, ha la responsabilità di, coordinare le eventuali attività di revisione, prendendovi eventualmente parte, curare l'aggiornamento delle informazioni.Il Localizzatore “più che traduttore”, è la persona specializzata nel trasformare un sito destinato per un mercato in uno rivolto ad un mercato differente. Occorre considerare i diversi schemi mentali e il differente simbolismo dei diversi paesi, la terminologia utilizzata per le ricerche sui motori e vari altri aspetti.Il Social Media Manager, che si occupa di generare visibilità su social media e comunità virtuali, gestire rapporti online (PR 2.0), ottimizzare le pagine web per i social media. Il suo compito è quello di creare conversazione con utenti/consumatori ed instaurare l’affinità. L’azienda attraverso il proprio blog aziendale o sito di social networking, avvicina mittente e destinatario.Il Seo Specialist: il Seo Specialist è la figura che si occupa della Search Engine Optimization, ossia dell'ottimizzazione dei siti web per i motori di ricerca affinché ricevano traffico organico da essi. Il Seo Specialist si occupa: dell'ottimizzazione On Page, che riguarda l’insieme di pratiche e tecniche da implementare sul proprio sito web affinché sia facilmente scansionabile dai motori di ricerca, e risulti “posizionabile” nei primi risultati per determinate parole chiave; dell'ottimizzazione Off Page, che consiste nella creazione di segnali esterni al sito web, rilevanti agli occhi del motore di ricerca, come ad esempio i link che puntano verso il sito.Fonte Wikipedia