L'advertising ora è digital

Continuano a crescere gli investimenti in digital advertising superando la spesa prevista per la pubblicità in TV. Lo ratifica la ricerca annuale di IAB (Interactive Advertising Bureau) condotta insieme al Politecnico di Milano.In Europa, il digital advertising vale 36.2 miliardi, mentre quello televisivo non supera i 33,3 miliardi di euro. La pubblicità in digitale è divisa in tre segmenti: il display, che registra un aumento del 17.4% sull’anno precedente, il search con +12.6% e il classifieds and directories riguardante piccoli annunci e sottocategorie.È il mobile il settore che registra un maggiore incremento e vede Irlanda e Gran Bretagna contendersi il primo posto con il 50% degli investimenti su campagne dedicate a device mobili. Questa propensione è dettata anche dal segno positivo registrato nell’utilizzo delle app per smartphone, un mercato sempre più interessante, grazie all’aumento di formati interattivi e le possibilità offerte dalle app native.Un altro settore ormai imprescindibile dal mercato del mobile sono i video online. Negli Stai Uniti la spesa per i video su mobile ha raggiunto l’80%. Qui abbiamo approfondito l’uso del digital advertising in formato video.I marketer stanno investendo sempre di più nel digital advertising. La spesa per la pubblicità digitale, entro la fine del 2016, raggiungerà il 31% degli investimenti in Europa, mentre negli Stati Uniti, entro il 2019 arriverà a raddoppiare. Il mobile è il settore che ha registrato il picco maggiore dimostrando, ancora una volta, quanto investire in app per smartphone e tablet sia la chiave per il successo.

Continuano a crescere gli investimenti in digital advertising superando la spesa prevista per la pubblicità in TV. Lo ratifica la ricerca annuale di IAB (Interactive Advertising Bureau) condotta insieme al Politecnico di Milano.

In Europa, il digital advertising vale 36.2 miliardi, mentre quello televisivo non supera i 33,3 miliardi di euro. La pubblicità in digitale è divisa in tre segmenti: il display, che registra un aumento del 17.4% sull’anno precedente, il search con +12.6% e il classifieds and directories riguardante piccoli annunci e sottocategorie.

È il mobile il settore che registra un maggiore incremento e vede Irlanda e Gran Bretagna contendersi il primo posto con il 50% degli investimenti su campagne dedicate a device mobili. Questa propensione è dettata anche dal segno positivo registrato nell’utilizzo delle app per smartphone, un mercato sempre più interessante, grazie all’aumento di formati interattivi e le possibilità offerte dalle app native.

Un altro settore ormai imprescindibile dal mercato del mobile sono i video online. Negli Stai Uniti la spesa per i video su mobile ha raggiunto l’80%. Qui abbiamo approfondito l’uso del digital advertising in formato video.

I marketer stanno investendo sempre di più nel digital advertising. La spesa per la pubblicità digitale, entro la fine del 2016, raggiungerà il 31% degli investimenti in Europa, mentre negli Stati Uniti, entro il 2019 arriverà a raddoppiare. Il mobile è il settore che ha registrato il picco maggiore dimostrando, ancora una volta, quanto investire in app per smartphone e tablet sia la chiave per il successo.

Ultime news

05/07/2022
Consigli per un e-commerce di successo.

Il numero di consumatori che decide di acquistare online è in costante crescita: ormai i consumatori si sentono a loro agio a usare Internet per fare acquisti, la fiducia verso il digitale è aumentata, perciò curare ogni aspetto del proprio sito e-commerce è importante per crearsi una forte presenza online e favorire il buon andamento delle vendite.Ecco perché vanno tenute a mente queste best practices per aumentare le conversioni del proprio e-commerce:Comprendere i clienti e personalizzare la loro esperienza, attraverso l’analisi della buyer personasCreare un’interfaccia utente semplificata per consentire agli utenti di passare facilmente da un prodotto all’altroOttimizzare il sito per i dispositivi mobile dato che la tendenza ad acquistare attraverso essi è in aumentoUsare immagini accattivanti e video dimostrativi del prodotto per coinvolgere gli utentiAggiungere la barra di ricerca per consentire agli utenti di filtrare le ricerche in base alle loro preferenzeAbilitare la visualizzazione dei “prodotti visti di recente” in modo che si possano dare anche consigli sui prodotti da acquistare simili o correlati ad essiOffrire opzioni come spedizione gratuita per acquisti superiori ad un importo specifico e/o campioni di prodotti gratuiti per presentare la gamma di prodotti e per attirare i clienti su un determinato prodottoCurare il check-out dell’e-commerce per migliorare il tasso di conversione ed evitare l’abbandono dei carrelliCreare programmi fedeltà per motivare le persone a registrarsi al sito e diventare clienti abitualiCreare una pagina FAQ per rispondere ai dubbi dei clienti riguardo le politiche di spedizione e resoFornire un servizio clienti disponibile via telefono, email e chat dal vivoAbilitare le recensioni dei clienti, in modo che possano valutare i prodotti e invogliare altri ad acquistare dall'e-commerceDare priorità alla SEO per raggiungere la vetta delle classifiche di Google in base alle ricerche relative ai prodotti venduti sull'e-commerce