Realizzazione siti web Php

Esistono vari linguaggi di programmazione per siti web, e noi abbiamo scelto di utilizzare php per svariati motivi (portfolio), ma eccone alcuni:Linguaggi Statici
HTML (Hyper Text Mark-Up Language) è un linguaggio usato per descrivere i documenti ipertestuali disponibili nel Web. Non è un vero e proprio linguaggio di programmazione, ma un linguaggio di markup, ossia descrive il contenuto, testuale e non, di una pagina web.
Linguaggi Dinamici
PHP (PHP Hypertext Processor) è un linguaggio di programmazione web, il più noto e diffuso per lo sviluppo di siti dinamici. È un linguaggio lato server, perché i sorgenti del codice non possono essere mostrati all'utente, che vede unicamente il risultato dell'elaborazione.
ASP (Active Server Pages) sono pagine web che contengono degli script che vengono eseguiti dal server modificando il risultato visualizzato dal browser secondo gli input inviati dall'utente.
ASP.NET è un insieme di tecnologie di sviluppo di software per il web, commercializzate dalla Microsoft. Utilizzando queste tecnologie gli sviluppatori possono realizzare applicazioni e servizi Web. Sebbene il nome ASP.NET derivi da ASP (Active Server Pages) esistono sostanziali differenze fra le due.
Il JSP (Java Server Pages) è un linguaggio Java predisposto per un'esecuzione lato-server. Può essere incluso nelle pagine JSP o nelle Servlet, delle applicazioni web richiamabili attraverso un URL di mapping. È possibile elaborare il codice JSP solamente in un server apposito, detto servlet container. La servlet container più nota è Apache Tomcat. Tra i programmi più noti per la gestione del codice JSP vi è Eclipse, che permette di gestire anche altri codici.
Il CFML (ColdFusion Markup Language) è un linguaggio di programmazione lato-server, che può essere interpretato attraverso il server ColdFusion, prodotto distribuito da Adobe Systems.
Perl è un linguaggio di programmazione lato-server, considerato come l'antenato del PHP. Python è un linguaggio di programmazione orientato agli oggetti, che permette anche lo sviluppo di pagine web lato-server.
Linguaggi di Scripting
JavaScript è un linguaggio di scripting orientato agli oggetti comunemente usato nei siti web. Fu originariamente sviluppato da Brendan Eich della Netscape Communications. È un linguaggio lato-client, poiché il codice sorgente è visualizzabile all'utente finale.da wikiversity

Esistono vari linguaggi di programmazione per siti web, e noi abbiamo scelto di utilizzare php per svariati motivi (portfolio), ma eccone alcuni:

Linguaggi Statici
HTML (Hyper Text Mark-Up Language) è un linguaggio usato per descrivere i documenti ipertestuali disponibili nel Web. Non è un vero e proprio linguaggio di programmazione, ma un linguaggio di markup, ossia descrive il contenuto, testuale e non, di una pagina web.


Linguaggi Dinamici
PHP (PHP Hypertext Processor) è un linguaggio di programmazione web, il più noto e diffuso per lo sviluppo di siti dinamici. È un linguaggio lato server, perché i sorgenti del codice non possono essere mostrati all'utente, che vede unicamente il risultato dell'elaborazione.
ASP (Active Server Pages) sono pagine web che contengono degli script che vengono eseguiti dal server modificando il risultato visualizzato dal browser secondo gli input inviati dall'utente.
ASP.NET è un insieme di tecnologie di sviluppo di software per il web, commercializzate dalla Microsoft. Utilizzando queste tecnologie gli sviluppatori possono realizzare applicazioni e servizi Web. Sebbene il nome ASP.NET derivi da ASP (Active Server Pages) esistono sostanziali differenze fra le due.
Il JSP (Java Server Pages) è un linguaggio Java predisposto per un'esecuzione lato-server. Può essere incluso nelle pagine JSP o nelle Servlet, delle applicazioni web richiamabili attraverso un URL di mapping. È possibile elaborare il codice JSP solamente in un server apposito, detto servlet container. La servlet container più nota è Apache Tomcat. Tra i programmi più noti per la gestione del codice JSP vi è Eclipse, che permette di gestire anche altri codici.
Il CFML (ColdFusion Markup Language) è un linguaggio di programmazione lato-server, che può essere interpretato attraverso il server ColdFusion, prodotto distribuito da Adobe Systems.
Perl è un linguaggio di programmazione lato-server, considerato come l'antenato del PHP. Python è un linguaggio di programmazione orientato agli oggetti, che permette anche lo sviluppo di pagine web lato-server.


Linguaggi di Scripting
JavaScript è un linguaggio di scripting orientato agli oggetti comunemente usato nei siti web. Fu originariamente sviluppato da Brendan Eich della Netscape Communications. È un linguaggio lato-client, poiché il codice sorgente è visualizzabile all'utente finale.

da wikiversity

Ultime news

05/07/2022
Consigli per un e-commerce di successo.

Il numero di consumatori che decide di acquistare online è in costante crescita: ormai i consumatori si sentono a loro agio a usare Internet per fare acquisti, la fiducia verso il digitale è aumentata, perciò curare ogni aspetto del proprio sito e-commerce è importante per crearsi una forte presenza online e favorire il buon andamento delle vendite.Ecco perché vanno tenute a mente queste best practices per aumentare le conversioni del proprio e-commerce:Comprendere i clienti e personalizzare la loro esperienza, attraverso l’analisi della buyer personasCreare un’interfaccia utente semplificata per consentire agli utenti di passare facilmente da un prodotto all’altroOttimizzare il sito per i dispositivi mobile dato che la tendenza ad acquistare attraverso essi è in aumentoUsare immagini accattivanti e video dimostrativi del prodotto per coinvolgere gli utentiAggiungere la barra di ricerca per consentire agli utenti di filtrare le ricerche in base alle loro preferenzeAbilitare la visualizzazione dei “prodotti visti di recente” in modo che si possano dare anche consigli sui prodotti da acquistare simili o correlati ad essiOffrire opzioni come spedizione gratuita per acquisti superiori ad un importo specifico e/o campioni di prodotti gratuiti per presentare la gamma di prodotti e per attirare i clienti su un determinato prodottoCurare il check-out dell’e-commerce per migliorare il tasso di conversione ed evitare l’abbandono dei carrelliCreare programmi fedeltà per motivare le persone a registrarsi al sito e diventare clienti abitualiCreare una pagina FAQ per rispondere ai dubbi dei clienti riguardo le politiche di spedizione e resoFornire un servizio clienti disponibile via telefono, email e chat dal vivoAbilitare le recensioni dei clienti, in modo che possano valutare i prodotti e invogliare altri ad acquistare dall'e-commerceDare priorità alla SEO per raggiungere la vetta delle classifiche di Google in base alle ricerche relative ai prodotti venduti sull'e-commerce