Tecnologia ed oggetti parlanti: il progetto Simplehero

Industria ed ecologia: due poli che possono trovare punti d’incontro, come la tecnologia. Questa può offrire infatti - e offre già - contributi non indifferenti nella gestione dell’ambiente. Si pensi solo ai dispositivi digitali che costituiscono alternative all’utilizzo e allo spreco di carta, o ai sensori che permettono un maggior controllo e prevenzione dei guasti, o ancora alla tecnologia NFC che permette di tracciare i prodotti e monitorare i servizi ambientali.Abbiamo quindi deciso di supportare ed implementare in questo senso il progetto Simplehero, sfruttando la nostra competenza nel settore.Simplehero rappresenta un messaggio forte e chiaro, alle aziende come ai singoli, che consiste nella diffusione di bottigliette riutilizzabili in Tritan, materiale resistente ed ecologico in quanto riciclabile e privo di Bisfenolo A, molecola dannosa per ambiente e organismo. Queste “Simplehero” costituiscono un impegno e soprattutto un’abitudine che tutti dovremmo - e dovremo - adottare. Pensiamo infatti che il riutilizzo sia essenziale, e diffondere una corretta abitudine sia doveroso.Grazie all’inserimento di un tag NFC nel tappo, possiamo oggi offrire un’esperienza più completa e consapevole ad ogni cliente che deciderà di adottare la Simplehero. Abbiamo già parlato di connessioni e condivisioni di informazioni tramite questo tipo di tecnologia, e crediamo si sposi perfettamente con il progetto. Le bottigliette sono ora “parlanti” e possono comunicarci quanti refill abbiamo effettuato e quanta plastica abbiamo risparmiato scegliendo il riutilizzo.Pensiamo che la tecnologia a servizio del pianeta, come in questo caso, possa fare grandi cose, un passo alla volta. Essere consapevoli di quello che facciamo e della conseguenza che hanno le nostre azioni è un inizio che può davvero portare al cambiamento.Per sapere di più sul progetto Simplehero potete visitare il sito dedicato e i social network Facebook, Instagram e Linkedin.

Industria ed ecologia: due poli che possono trovare punti d’incontro, come la tecnologia. Questa può offrire infatti - e offre già - contributi non indifferenti nella gestione dell’ambiente. Si pensi solo ai dispositivi digitali che costituiscono alternative all’utilizzo e allo spreco di carta, o ai sensori che permettono un maggior controllo e prevenzione dei guasti, o ancora alla tecnologia NFC che permette di tracciare i prodotti e monitorare i servizi ambientali.

Abbiamo quindi deciso di supportare ed implementare in questo senso il progetto Simplehero, sfruttando la nostra competenza nel settore.

Simplehero rappresenta un messaggio forte e chiaro, alle aziende come ai singoli, che consiste nella diffusione di bottigliette riutilizzabili in Tritan, materiale resistente ed ecologico in quanto riciclabile e privo di Bisfenolo A, molecola dannosa per ambiente e organismo. Queste “Simplehero” costituiscono un impegno e soprattutto un’abitudine che tutti dovremmo - e dovremo - adottare. Pensiamo infatti che il riutilizzo sia essenziale, e diffondere una corretta abitudine sia doveroso.

Grazie all’inserimento di un tag NFC nel tappo, possiamo oggi offrire un’esperienza più completa e consapevole ad ogni cliente che deciderà di adottare la Simplehero. Abbiamo già parlato di connessioni e condivisioni di informazioni tramite questo tipo di tecnologia, e crediamo si sposi perfettamente con il progetto. Le bottigliette sono ora “parlanti” e possono comunicarci quanti refill abbiamo effettuato e quanta plastica abbiamo risparmiato scegliendo il riutilizzo.

Pensiamo che la tecnologia a servizio del pianeta, come in questo caso, possa fare grandi cose, un passo alla volta. Essere consapevoli di quello che facciamo e della conseguenza che hanno le nostre azioni è un inizio che può davvero portare al cambiamento.

Per sapere di più sul progetto Simplehero potete visitare il sito dedicato e i social network Facebook, Instagram e Linkedin.

Ultime news

05/07/2022
Consigli per un e-commerce di successo.

Il numero di consumatori che decide di acquistare online è in costante crescita: ormai i consumatori si sentono a loro agio a usare Internet per fare acquisti, la fiducia verso il digitale è aumentata, perciò curare ogni aspetto del proprio sito e-commerce è importante per crearsi una forte presenza online e favorire il buon andamento delle vendite.Ecco perché vanno tenute a mente queste best practices per aumentare le conversioni del proprio e-commerce:Comprendere i clienti e personalizzare la loro esperienza, attraverso l’analisi della buyer personasCreare un’interfaccia utente semplificata per consentire agli utenti di passare facilmente da un prodotto all’altroOttimizzare il sito per i dispositivi mobile dato che la tendenza ad acquistare attraverso essi è in aumentoUsare immagini accattivanti e video dimostrativi del prodotto per coinvolgere gli utentiAggiungere la barra di ricerca per consentire agli utenti di filtrare le ricerche in base alle loro preferenzeAbilitare la visualizzazione dei “prodotti visti di recente” in modo che si possano dare anche consigli sui prodotti da acquistare simili o correlati ad essiOffrire opzioni come spedizione gratuita per acquisti superiori ad un importo specifico e/o campioni di prodotti gratuiti per presentare la gamma di prodotti e per attirare i clienti su un determinato prodottoCurare il check-out dell’e-commerce per migliorare il tasso di conversione ed evitare l’abbandono dei carrelliCreare programmi fedeltà per motivare le persone a registrarsi al sito e diventare clienti abitualiCreare una pagina FAQ per rispondere ai dubbi dei clienti riguardo le politiche di spedizione e resoFornire un servizio clienti disponibile via telefono, email e chat dal vivoAbilitare le recensioni dei clienti, in modo che possano valutare i prodotti e invogliare altri ad acquistare dall'e-commerceDare priorità alla SEO per raggiungere la vetta delle classifiche di Google in base alle ricerche relative ai prodotti venduti sull'e-commerce