effettua una ricerca

NEWS

Bufale nella trasformazione digitale per le PMI

Come giustamente viene messo in evidenza da questo articolo, ci sono almeno tre miti da sfatare, quando si parla di trasformazione digitale di un'azienda.Richiede troppo tempo e noi abbiamo bisogno di risultati adessoNon ci si inventa una trasformazione digitale, fatta di revisione dei processi, in poco tempo. Ogni cosa deve avere il giusto tempo di maturazione, per capire se realmente ha un senso logico/produttivo, o se lo si è fatto solamente perchè altri lo fanno o è di moda. Ogni azienda è un caso a se, e si deve avere una visione a medio termine per potare avanti una trasformazion digitale.È troppo complicato per noi e non abbiamo abbastanza risorseChi è all'interno dell'azienda è fondamentale, perchè è colui che opera sul campo. Sono fondamentali tutti gli attori, perchè una digitalizzazione aziendale può avere successo solamente se condivisa ed utilizzata da tutti gli operatori coinvolti. Detto questo, sono altrettanto fondamentali le figure esterne, che possono dare un punto di vista differente da chi è abituato ad utilizzare gli stessi processi consolidati negli anni, oltre a poter portare esperienze applicate in altre realtà. Quindi per poter operare un processo così radicale, non si deve per forza fare tutto internamente, anzi è esattamente il contrario.Non ne abbiamo bisogno, non è rilevante per noiIl digitale è una strada tracciata ed oramai a senso unico. Non percorrere questa strada, significa rimanere fuori dal mercato nel giro di poco tempo. Chiunque sia a capo di un'azienda può pensare che la sua sia un caso particolare, ma la realtà delle cose è inprevedibile e le accelerazioni del mercato improvvise.Uno studio condotto dall’Osservatorio Innovazione Digitale delle PMI, rivela per esempio che pochissime azienda hanno un "banale" (questa è la percezione per mlti clienti) sito web ottimizzato, performante, responsivo ed aggiornato.

Come giustamente viene messo in evidenza da questo articolo, ci sono almeno tre miti da sfatare, quando si parla di trasformazione digitale di un'azienda.

  • Richiede troppo tempo e noi abbiamo bisogno di risultati adesso

Non ci si inventa una trasformazione digitale, fatta di revisione dei processi, in poco tempo. Ogni cosa deve avere il giusto tempo di maturazione, per capire se realmente ha un senso logico/produttivo, o se lo si è fatto solamente perchè altri lo fanno o è di moda. Ogni azienda è un caso a se, e si deve avere una visione a medio termine per potare avanti una trasformazion digitale.

  • È troppo complicato per noi e non abbiamo abbastanza risorse

Chi è all'interno dell'azienda è fondamentale, perchè è colui che opera sul campo. Sono fondamentali tutti gli attori, perchè una digitalizzazione aziendale può avere successo solamente se condivisa ed utilizzata da tutti gli operatori coinvolti. Detto questo, sono altrettanto fondamentali le figure esterne, che possono dare un punto di vista differente da chi è abituato ad utilizzare gli stessi processi consolidati negli anni, oltre a poter portare esperienze applicate in altre realtà. Quindi per poter operare un processo così radicale, non si deve per forza fare tutto internamente, anzi è esattamente il contrario.

  • Non ne abbiamo bisogno, non è rilevante per noi

Il digitale è una strada tracciata ed oramai a senso unico. Non percorrere questa strada, significa rimanere fuori dal mercato nel giro di poco tempo. Chiunque sia a capo di un'azienda può pensare che la sua sia un caso particolare, ma la realtà delle cose è inprevedibile e le accelerazioni del mercato improvvise.

Uno studio condotto dall’Osservatorio Innovazione Digitale delle PMI, rivela per esempio che pochissime azienda hanno un "banale" (questa è la percezione per mlti clienti) sito web ottimizzato, performante, responsivo ed aggiornato.

Ultime news

15/09/2021
Il significato di Web Agency

Se si cerca un'azienda con una conoscenza approfondita di tutto ciò che riguarda il web: dal design, programmazione e promozione dei siti web alla progettazione e realizzazione di complesse applicazioni web, ebbene si ha bisogno di una Web Agency.La Web agency offre servizi che riguardano: la scelta e l'acquisto di un dominio lo spazio su server (hosting), la realizzazione di pagine web e di applicazioni mobile ed il loro aggiornamento, la realizzazione di siti web ed app statici o dinamici e il posizionamento degli stessi sui motori di ricerca più importanti.Con la realizzazione e lo sviluppo di siti web, e-commerce, piattaforme custom o mobile app, una web agency ha tutte le risorse interne necessarie per risolvere un problema di business ai propri clienti sia che l'obiettivo sia una maggiore visibilità, un miglioramento dell'immagine dell'azienda o un incremento delle conversioni finalizzate alle vendite.Una Web agency è composta da varie figure, e per citarne alcune:Il Project Manager o Web manager è il capo progetto, garantisce l'assolvimento del contratto, coordina le risorse allocate al progetto, interfaccia il committente e la direzione della società titolare del progetto; tipicamente il capo progetto è un consulente.Il web designer, secondo la definizione accademica è il progettista, colui che progetta il sito nel suo complesso, indicando la struttura generale, definendo l'idea e il layout, animazione, grafica e l'albero principale di navigazione.Il programmatore, traduce le specifiche del web designer preparando le pagine modello “template” per le diverse parti del sito o dell'app che integra con appositi script, codifica le parti dinamiche per l'interazione con l'utente e la base dati “database”.Il Web architect è presente in grossi team per la produzione di sofisticate web application, il suo compito è collaborare con il web designer nelle fasi progettuali. In particolare si occupa di definire in dettaglio l'architettura sistemistica dell'intera struttura.Il Grafico è colui che, su specifiche date dal designer o, propone il layout delle pagine e la grafica. Il ruolo del grafico è trasmettere al visitatore, attraverso le immagini, le emozioni oggetto della comunicazione. È compito del grafico realizzare i bottoni, le icone e, molte volte, le animazioni.Il webmaster è il gestore del sito, ha la responsabilità di, coordinare le eventuali attività di revisione, prendendovi eventualmente parte, curare l'aggiornamento delle informazioni.Il Localizzatore “più che traduttore”, è la persona specializzata nel trasformare un sito destinato per un mercato in uno rivolto ad un mercato differente. Occorre considerare i diversi schemi mentali e il differente simbolismo dei diversi paesi, la terminologia utilizzata per le ricerche sui motori e vari altri aspetti.Il Social Media Manager, che si occupa di generare visibilità su social media e comunità virtuali, gestire rapporti online (PR 2.0), ottimizzare le pagine web per i social media. Il suo compito è quello di creare conversazione con utenti/consumatori ed instaurare l’affinità. L’azienda attraverso il proprio blog aziendale o sito di social networking, avvicina mittente e destinatario.Il Seo Specialist: il Seo Specialist è la figura che si occupa della Search Engine Optimization, ossia dell'ottimizzazione dei siti web per i motori di ricerca affinché ricevano traffico organico da essi. Il Seo Specialist si occupa: dell'ottimizzazione On Page, che riguarda l’insieme di pratiche e tecniche da implementare sul proprio sito web affinché sia facilmente scansionabile dai motori di ricerca, e risulti “posizionabile” nei primi risultati per determinate parole chiave; dell'ottimizzazione Off Page, che consiste nella creazione di segnali esterni al sito web, rilevanti agli occhi del motore di ricerca, come ad esempio i link che puntano verso il sito.Fonte Wikipedia