Food App e applicazioni nel settore della ristorazione

Esistono Food app per ogni esigenza, dalla gestione del locale agli ordini per le consegne a domicilio. Un successo del tema gastronomico e del cibo, per cui, nonostante gli innumerevoli programmi di cucina, spesso si tengono spenti i fornelli per ordinare qualcosa di esotico o gourmet da uno dei tanti servizi di delivery. Le app sono di diverse tipologie, riguardanti essenzialmente tre macroaree:- La consegna a domicilio è la più gettonata, con app che stanno spopolando grazie alla loro immediatezza e facilità di utilizzo, molto più pratiche e intuitive rispetto al web. Disponibili per fast food, ristoranti e anche per farsi recapitare a casa la spesa;- Fondamentali sono le recensioni, che permettono agli utenti di scegliere preventivamente i locali in cui andare, tra stelline, punteggi, foto accattivanti e commenti più o meno positivi;- C’è infine il lato salutista del cibo, con healthy food app che permettono di mantenersi in forma consigliando alimenti ed esercizi, calcolando l’assunzione giornaliera di calorie, grassi, vitamine, ecc. Inoltre permettono anche di ordinare e comprare frutta e ortaggi da coltivatori locali. Ci sono inoltre tipi di applicazioni più professionali e specifiche, che riguardano ristoranti singoli a tutto tondo. Nel settore della ristorazione si può infatti scegliere di affiliarsi a servizi già esistenti, come le diverse piattaforme di delivery, oppure creare un’app apposita e originale, personalizzata a seconda delle esigenze. E in questo caso è soprattutto la figura del cameriere a cambiare.Sempre più spesso infatti, in ristoranti e bar, si sta abbandonando il blocchetto cartaceo per prendere le ordinazioni. I palmari connessi con la cucina sono stati il primo step di questa evoluzione, per passare poi ai tablet e infine alle app. Si tratta, in questi casi, di self ordering, in cui il cliente può ordinare autonomamente “sfogliando” il menù digitale. Si rompe quindi quel tradizionale rapporto cliente – cameriere per lasciar spazio ad un’efficienza e una tempistica diverse. I vantaggi di un’app per ristorante sono molteplici:- Agevolazione del lavoro e della comunicazione sala - cucina grazie alla condivisione degli ordini in realtime;- Miglior gestione del tempo grazie alle ordinazioni e prenotazioni online;- Possibilità di fidelizzare i clienti grazie alla creazione di eventi o di offerte e coupon personalizzati in base alle preferenze e alle ordinazioni più frequenti;- Miglior efficienza del posto di lavoro grazie alla condivisione in tempo reale di informazioni tramite app e piattaforme connesse. Tantissimi sono gli utenti che già utilizzano app in tema food e ristorazione, denotando una vera e propria evoluzione del settore. La tradizione sta lasciando sempre più spazio all’innovazione, traendone beneficio in termini di tempo, costi e qualità.

Esistono Food app per ogni esigenza, dalla gestione del locale agli ordini per le consegne a domicilio. Un successo del tema gastronomico e del cibo, per cui, nonostante gli innumerevoli programmi di cucina, spesso si tengono spenti i fornelli per ordinare qualcosa di esotico o gourmet da uno dei tanti servizi di delivery.

 

Le app sono di diverse tipologie, riguardanti essenzialmente tre macroaree:

- La consegna a domicilio è la più gettonata, con app che stanno spopolando grazie alla loro immediatezza e facilità di utilizzo, molto più pratiche e intuitive rispetto al web. Disponibili per fast food, ristoranti e anche per farsi recapitare a casa la spesa;

- Fondamentali sono le recensioni, che permettono agli utenti di scegliere preventivamente i locali in cui andare, tra stelline, punteggi, foto accattivanti e commenti più o meno positivi;

- C’è infine il lato salutista del cibo, con healthy food app che permettono di mantenersi in forma consigliando alimenti ed esercizi, calcolando l’assunzione giornaliera di calorie, grassi, vitamine, ecc. Inoltre permettono anche di ordinare e comprare frutta e ortaggi da coltivatori locali.

 

Ci sono inoltre tipi di applicazioni più professionali e specifiche, che riguardano ristoranti singoli a tutto tondo. Nel settore della ristorazione si può infatti scegliere di affiliarsi a servizi già esistenti, come le diverse piattaforme di delivery, oppure creare un’app apposita e originale, personalizzata a seconda delle esigenze. E in questo caso è soprattutto la figura del cameriere a cambiare.

Sempre più spesso infatti, in ristoranti e bar, si sta abbandonando il blocchetto cartaceo per prendere le ordinazioni. I palmari connessi con la cucina sono stati il primo step di questa evoluzione, per passare poi ai tablet e infine alle app. Si tratta, in questi casi, di self ordering, in cui il cliente può ordinare autonomamente “sfogliando” il menù digitale. Si rompe quindi quel tradizionale rapporto cliente – cameriere per lasciar spazio ad un’efficienza e una tempistica diverse.

 

I vantaggi di un’app per ristorante sono molteplici:

- Agevolazione del lavoro e della comunicazione sala - cucina grazie alla condivisione degli ordini in realtime;

- Miglior gestione del tempo grazie alle ordinazioni e prenotazioni online;

- Possibilità di fidelizzare i clienti grazie alla creazione di eventi o di offerte e coupon personalizzati in base alle preferenze e alle ordinazioni più frequenti;

- Miglior efficienza del posto di lavoro grazie alla condivisione in tempo reale di informazioni tramite app e piattaforme connesse.

 

Tantissimi sono gli utenti che già utilizzano app in tema food e ristorazione, denotando una vera e propria evoluzione del settore. La tradizione sta lasciando sempre più spazio all’innovazione, traendone beneficio in termini di tempo, costi e qualità.

Ultime news

05/07/2022
Consigli per un e-commerce di successo.

Il numero di consumatori che decide di acquistare online è in costante crescita: ormai i consumatori si sentono a loro agio a usare Internet per fare acquisti, la fiducia verso il digitale è aumentata, perciò curare ogni aspetto del proprio sito e-commerce è importante per crearsi una forte presenza online e favorire il buon andamento delle vendite.Ecco perché vanno tenute a mente queste best practices per aumentare le conversioni del proprio e-commerce:Comprendere i clienti e personalizzare la loro esperienza, attraverso l’analisi della buyer personasCreare un’interfaccia utente semplificata per consentire agli utenti di passare facilmente da un prodotto all’altroOttimizzare il sito per i dispositivi mobile dato che la tendenza ad acquistare attraverso essi è in aumentoUsare immagini accattivanti e video dimostrativi del prodotto per coinvolgere gli utentiAggiungere la barra di ricerca per consentire agli utenti di filtrare le ricerche in base alle loro preferenzeAbilitare la visualizzazione dei “prodotti visti di recente” in modo che si possano dare anche consigli sui prodotti da acquistare simili o correlati ad essiOffrire opzioni come spedizione gratuita per acquisti superiori ad un importo specifico e/o campioni di prodotti gratuiti per presentare la gamma di prodotti e per attirare i clienti su un determinato prodottoCurare il check-out dell’e-commerce per migliorare il tasso di conversione ed evitare l’abbandono dei carrelliCreare programmi fedeltà per motivare le persone a registrarsi al sito e diventare clienti abitualiCreare una pagina FAQ per rispondere ai dubbi dei clienti riguardo le politiche di spedizione e resoFornire un servizio clienti disponibile via telefono, email e chat dal vivoAbilitare le recensioni dei clienti, in modo che possano valutare i prodotti e invogliare altri ad acquistare dall'e-commerceDare priorità alla SEO per raggiungere la vetta delle classifiche di Google in base alle ricerche relative ai prodotti venduti sull'e-commerce