Gli smartphone in Italia: l'infografica

Che il settore degli smartphone sia in costante crescita ce ne accorgiamo nel nostro quotidiano. Ma di quanto sta aumentando?
Durante l’IFA di Berlino Mobilens di conScore ha presentato i dati relativi al mercato degli smartphone in Italia aggiornati al mese di maggio 2016. La vendita di smartphone ha registrato una crescita del 17% che, con un totale di 30.6 milioni di utenti, raggiunge il 68.7% del mercato dei dispositivi telefonici.
I marchi che vengono maggiormente acquistati sono Samsung, al primo posto con il 43.4%, seguita da dispositivi Apple, con il 17,7% ed infine Huawei. Quest’ultimo, malgrado copra solamente l’8% del mercato, ha subito un incremento di vendite del 140% rispetto all’anno precedente. Nello specifico, tra i modelli più popolari, in prima posizione troviamo Huawei P8 Lite, seguito da iPone 6s e Samsung Galaxy J5.Ma quando scelgono uno smartphone, gli italiani cosa cercano? Innanzitutto la grandezza dello schermo tra i 5 e i 6 pollici, la fotocamera di almeno 12/14 Megapixel e sono disposti a spendere fino a 400€. I sistemi operativi più ricercati sono Android, scelto in quasi il 70% dei casi, iOS nel 17.7% e Microsoft, in calo, raggiunge il 10.7%. Sono stati presentati anche i dati relativi al grado di fidelizzazione verso un sistema operativo piuttosto che un altro. In particolare i possessori di sistemi Android dichiara di voler passare ad iOS nel 13% dei casi, mentre chi utilizza regolarmente iOS ha il desiderio opposto nel 16% dei casi, facendo del sistema operativo di Google quello più capace di creare fidelizzazione. Per quanto riguarda gli utilizzatori di dispositivi telefonici diversi da smartphone dichiarano che, nel caso in cui dovessero adottare cellulari smart, preferirebbero farlo su dispositivi Android.

La fruizione di contenuti da smartphone ha fatto sì che il mercato si spostasse sempre di più verso una produzione di materiali fruibili da mobile. Pensiamo alle mobile app, alla necessità di creare siti web ottimizzati e al modo in cui ci approcciamo alla rete per condividere contenuti.

Che il settore degli smartphone sia in costante crescita ce ne accorgiamo nel nostro quotidiano. Ma di quanto sta aumentando?
Durante l’IFA di Berlino Mobilens di conScore ha presentato i dati relativi al mercato degli smartphone in Italia aggiornati al mese di maggio 2016. La vendita di smartphone ha registrato una crescita del 17% che, con un totale di 30.6 milioni di utenti, raggiunge il 68.7% del mercato dei dispositivi telefonici.
I marchi che vengono maggiormente acquistati sono Samsung, al primo posto con il 43.4%, seguita da dispositivi Apple, con il 17,7% ed infine Huawei. Quest’ultimo, malgrado copra solamente l’8% del mercato, ha subito un incremento di vendite del 140% rispetto all’anno precedente. Nello specifico, tra i modelli più popolari, in prima posizione troviamo Huawei P8 Lite, seguito da iPone 6s e Samsung Galaxy J5.

Ma quando scelgono uno smartphone, gli italiani cosa cercano? Innanzitutto la grandezza dello schermo tra i 5 e i 6 pollici, la fotocamera di almeno 12/14 Megapixel e sono disposti a spendere fino a 400€. I sistemi operativi più ricercati sono Android, scelto in quasi il 70% dei casi, iOS nel 17.7% e Microsoft, in calo, raggiunge il 10.7%. Sono stati presentati anche i dati relativi al grado di fidelizzazione verso un sistema operativo piuttosto che un altro. In particolare i possessori di sistemi Android dichiara di voler passare ad iOS nel 13% dei casi, mentre chi utilizza regolarmente iOS ha il desiderio opposto nel 16% dei casi, facendo del sistema operativo di Google quello più capace di creare fidelizzazione. Per quanto riguarda gli utilizzatori di dispositivi telefonici diversi da smartphone dichiarano che, nel caso in cui dovessero adottare cellulari smart, preferirebbero farlo su dispositivi Android.

La fruizione di contenuti da smartphone ha fatto sì che il mercato si spostasse sempre di più verso una produzione di materiali fruibili da mobile. Pensiamo alle mobile app, alla necessità di creare siti web ottimizzati e al modo in cui ci approcciamo alla rete per condividere contenuti.

Ultime news

05/07/2022
Consigli per un e-commerce di successo.

Il numero di consumatori che decide di acquistare online è in costante crescita: ormai i consumatori si sentono a loro agio a usare Internet per fare acquisti, la fiducia verso il digitale è aumentata, perciò curare ogni aspetto del proprio sito e-commerce è importante per crearsi una forte presenza online e favorire il buon andamento delle vendite.Ecco perché vanno tenute a mente queste best practices per aumentare le conversioni del proprio e-commerce:Comprendere i clienti e personalizzare la loro esperienza, attraverso l’analisi della buyer personasCreare un’interfaccia utente semplificata per consentire agli utenti di passare facilmente da un prodotto all’altroOttimizzare il sito per i dispositivi mobile dato che la tendenza ad acquistare attraverso essi è in aumentoUsare immagini accattivanti e video dimostrativi del prodotto per coinvolgere gli utentiAggiungere la barra di ricerca per consentire agli utenti di filtrare le ricerche in base alle loro preferenzeAbilitare la visualizzazione dei “prodotti visti di recente” in modo che si possano dare anche consigli sui prodotti da acquistare simili o correlati ad essiOffrire opzioni come spedizione gratuita per acquisti superiori ad un importo specifico e/o campioni di prodotti gratuiti per presentare la gamma di prodotti e per attirare i clienti su un determinato prodottoCurare il check-out dell’e-commerce per migliorare il tasso di conversione ed evitare l’abbandono dei carrelliCreare programmi fedeltà per motivare le persone a registrarsi al sito e diventare clienti abitualiCreare una pagina FAQ per rispondere ai dubbi dei clienti riguardo le politiche di spedizione e resoFornire un servizio clienti disponibile via telefono, email e chat dal vivoAbilitare le recensioni dei clienti, in modo che possano valutare i prodotti e invogliare altri ad acquistare dall'e-commerceDare priorità alla SEO per raggiungere la vetta delle classifiche di Google in base alle ricerche relative ai prodotti venduti sull'e-commerce